5 minutes reading time (904 words)

I viaggiatori sono quelli che lasciano le loro convinzioni a casa, i turisti no.

Casamance - Senegal

Dakar e la sua gente mi aveva presto stancato. La città è sporca, polverosa e con poco da offrire. La sua popolazione è arrivista e troppo abituata al tubab, al bianco, ovvero al bancomat con le gambe che cammina per le strade. Altro che taranga senegalese, ovvero l'ospitalità, la realtà è che ho trovato persone addirittura razziste e non mi sono mai sentito a mio agio.
Detto questo tutti i senegalesi conosciuti in Italia e nel mondo mi erano sempre apparsi brave persone pertanto l'unica soluzione era andarmene dalla capitale e cercare luoghi più genuini.


Decido di muovermi verso sud, al confine con Gambia e Guinea Bissau, ovvero nella zona del Casamance. Una persona conosciuta su internet tramite amicizie comuni è il mio contatto.
L'impatto appena arrivato nel porto di Ziguinchor è già ben diverso, le stesse persone quando notano la mia diffidenza mi dicono di dimenticare Dakar. Il viaggio è lungo e inizio a scoprire i 7plus, ovvero fatiscenti automobili famigliari da otto posti in cui si viaggia stipati come sardine. Arrivo nel pomeriggio e Massimo mi accoglie nel suo villaggio di Diembering, dove ormai vive da oltre dieci anni.
L'impatto è forte, decine ne di bambini mi accolgono col sorriso, ma niente richieste di elemosina, anzi. I loro sorrisi, i loro occhi con il bulbo bianco che risplende tra il viso ebano.
La situazione è di quelle giuste, alloggio in un campament bellissimo e raffinato a due passi da una spiaggia deserta e selvatica.
Massimo mi conduce nei giorni successivi alla scoperta del villaggio e come un Virgilio mi introduce a rituali e tradizioni locali. La sua è una storia interessante ed oggi è accettato come uno degli anziani del villaggio.
Le nostre conversazioni la sera sono piacevoli momenti tra viaggiatori, scambi di storie e vedute che mi hanno arricchito molto lo spirito.
Il popolo di Casamance è ben diverso da quello incontrato a Dakar, qui la gente ènfiera e umile. Ovviamente le truffe ai danni dei turisti sono dietro l'angolo, ma in questa parte di Senegal si limitano ad arrotondare un po' le mance o le corse in auto. Non c'è la pressione delle persone di Dakar, qui il turista è sacro e rispettato anche perché era un luogo fortemente visitato fino al 2007, anno della rivolta indipendentista. La popolazione ha capito che il turismo può aiutare e così i pochi bianchi presenti vengono rispettati. Ciò che più mi ha colpito in questi giorni è stato poter condividere con gli indigeni momenti privati come i pranzi e le feste. Ovviamente, con Massimo, godevo di una posizione privilegiata, non fosse altro per la lingua, ma c'è stato molto di più.
Non me ne sarei più andato da quei luoghi di pace e riconnessione, ma dopo i dodici giorni in cargo e quelli trascorsi a Dakar avevo bisogno di tornare a viaggiare, e di farlo con le mie gambe. Così dopo una settimana saluto Massimo e mi appresto a partire alla volta di Cap Skirring e poi verso l'est del paese, in una zona remota chiamata Pais de Bassari.
Ma proprio a Cap Skerring di nuovo le correnti universali a bussare alla mia porta.
Dovevo fermarmi solo un giorno per sfruttare un po' di buona connessione Wi-Fi, ma un guasto all'antenna ha prolungato la mia permanenza di ventiquattrore.
Le spiagge sono meravigliose, addirittura quella del villaggio è considerata la migliore dell'Africa occidentale. Ne approfitto quindi per passare una giornata interamente in spiaggia ad oziare, come non mi capitava da mesi ormai. Le onde dell'oceano non sono particolarmente alte, ma hanno una discreta forza e le correnti non sono da sottovalutare.
Proprio mentre gioco tra le onde mi si avvicinano tre persone, un ragazzo bianco con due ragazze locali. Sembra che stiano scherzando, poi vedo gli occhi di una di loro terrorizzati. Capisco che hanno bisogno di aiuto, sono in piena crisi di panico. La ragazza è quella messa peggio, non sa nuotare e in quel punto non si tocca. Mi trascina a fondo cercando di aggrapparsi e così provo a ricordarmi alcuni principi di soccorso in acqua dall'esperienza subacquea. Cerco di tranquillizzarla, ma le difficoltà linguistiche non aiutano. In più anche il ragazzo e l'altra ragazza iniziano ad essere in panico. Mi faccio forza, trascino la ragazza fuori dall'acqua e poi corro ad aiutare gli altri due. Stremato arrivo a riva, in pochi centimetri d'acqua. Mi ringraziano, ma la ragazza sviene. Così dalla spiaggia chiamano i dottori, nel frattempo si erano radunate diverse persone. Io avevo fatto il mio dovere, quindi mi giro verso il mare e torno in acqua. Mi accorgo che ero l'unica persone in mare per centinaia di metri. Se quell'antenna del Wi-Fi avesse funzionato correttamente oggi quella ragazza sarebbe probabilmente annegata.
Esco dall'acqua, tutta la gente della spiaggia mi ringrazia e mi da il cinque. Io non me ne rendo conto, vorrei solo sapere come sta la ragazza.
Fortunatamente la sera mentre cammino in paese vengo bloccato da una persona, l'ennesima della giornata giunta a congratularsi. Stavolta però noto che non è solo, con lui c'è la ragazza. È sorridente, mi ringrazia con le lacrime agli occhi, mi dice che non sapeva nuotare.
Io vado a letto felice, non so cosa mi porterà questo giro del mondo, ma oggi mi ha portato a salvare una persona. È già qualcosa per cui potrò dire che ne è valsa la pena.
Ma ora è anche il momento di tornare a viaggiare.

Location (Map)

VIAGGIARE È CAMMINARE VERSO L'ORIZZONTE, INCONTRAR...
PUOI SVEGLIARTI ANCHE MOLTO PRESTO ALL’ALBA, MA IL...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti 1

Ospite - DJEMBERANG il Mercoledì, 25 Ottobre 2017 17:08

Hola Clauido, soy Javier, coincidimos en el campamento de Massimo en Djemberang. Junto mi amigo Fernando recorríamos Senegal, gambia, Pais Bassari con la bicicleta.
He leído tus comentarios sobre el viaje, y se nota que vives intensamente y te enriqueces con las experiencias de tantos lugares visitados.
Nos alegramos de haberte encontrado en Djemberang, creo que ya estás en casa, con tu objetivo cumplido, aunque a decir verdad, para un viajero como tú, y como nosotros, nunca se llega al destino final. Nosotros pronto partiremos en bici hacia Birmania, Burma, Mianmar.
Te deseamos mucho éxito en todos tus empredimientos.

Un fuerte abrazo.

JAVIER y FERNANDO (ESPAÑA)

Hola Clauido, soy Javier, coincidimos en el campamento de Massimo en Djemberang. Junto mi amigo Fernando recorríamos Senegal, gambia, Pais Bassari con la bicicleta. He leído tus comentarios sobre el viaje, y se nota que vives intensamente y te enriqueces con las experiencias de tantos lugares visitados. Nos alegramos de haberte encontrado en Djemberang, creo que ya estás en casa, con tu objetivo cumplido, aunque a decir verdad, para un viajero como tú, y como nosotros, nunca se llega al destino final. Nosotros pronto partiremos en bici hacia Birmania, Burma, Mianmar. Te deseamos mucho éxito en todos tus empredimientos. Un fuerte abrazo. JAVIER y FERNANDO (ESPAÑA)
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 15 Gennaio 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.