Diabete in Asia: rischi calcolati e gustose opportunità

Il diabete in Asia

Di tutti i continenti visitati durante il mio giro del mondo senza aerei, indubbiamente l’Asia è quello che meglio si presta alla gestione del diabete da parte del viaggiatore.

Come sempre accade, infatti, in viaggio la variabile legata al cibo è sempre la maggiore discriminante nonchè la più difficile da gestire.

Continua a leggere
  8376 Visite
  0 Commenti

In viaggio con il diabete in Africa: problemi e soluzioni

Tramonto nel deserto del Sahara

 

In un giro del mondo che ha toccato 44 paesi in 1.000 giorni e, ovviamente, tutti e 5 i continenti, quello che forse in principio poteva darmi maggiori preoccupazioni per quanto riguarda il diabete poteva essere proprio il continente africano.

L’ultimo, in ordine cronologico, tra quelli visitati. Mi immaginavo di trovare difficoltà pratiche e logistiche oltre ovviamente a condizioni igieniche difficile e rischi dovuti a possibili furti.

Invece.

Continua a leggere
  7910 Visite
  0 Commenti

UN MONDO FATTO DI NATURA, COLORI, SUONI E BELLA GENTE: L’AMERICA LATINA

Il diabete in Sudamerica

L’America Latina è stata una delle esperienze più significative del mio giro del mondo in 1.000 giorni senza aerei. Già attraversando la dogana tra San Diego e Tijuana si iniziava a respirare un’aria nuova, diversa, frizzante.

Il Centro America prima e il Sudamerica poi, mi hanno accolto come se fossi uno di casa, con premura ed allegria. La musica per le strade ad ogni ora del giorno e della notte, gli artisti in strada, le danze, le feste paesane, i mercati cosi ricchi di colore, folklore e tradizioni. E poi quella natura forte che si manifesta prorompente nella catena andina oppure nei boschi della Patagonia, o ancora nella foresta amazzonica. Gli Oceani e quelle meravigliose coste in Nicaragua o quelle del Pacifico, in Brasile. In questo angolo di mondo ho trascorso quindici mesi, imparandone la lingua, tanti costumi e gesti. Come il mate argentino, quell’infuso di erbe della pampa che si beve con una cannuccia di metallo da recipienti ricavati in zucche. Anche a casa, spesso, mi concedo questo momento, quasi per me stesso.

Ho lavorato in quelle terre: ho fatto il videomaker, il cuoco, l’agricoltore, il muratore, il receptionista. Ho vissuto circa due mesi in tenda nel profondo sud del mondo, cibandomi spesso del pesce che pescavo nel lago o ruscello di fronte a me.

Ho percorso tutta la Carretera Austral in autostop e mi sono spaccato la schiena sui chicken bus del Guatemala.

Il Perito Moreno, Machu Picchu, le rovine di Tikal, la Ciudad Perdida, la laguna di Quilotoa, Il vulcano Acatenango, la Chapada Diamantina sono solo alcuni dei luoghi che ancora oggi solleticano la mia fantasia ogni qualvolta ci ripenso.

Continua a leggere
  8524 Visite
  0 Commenti

Dopo l’Asia il ritorno al mondo occidentale: Australia e Nord America

Usa-e-australia

Ho trascorso nove mesi nel continente asiatico prima di volgere il mio itinerario verso l’Australia prima e il Nord America, poi. In mezzo l’Oceano Pacifico da attraversare senza aerei. Ci sono riuscito con una nave cargo mercantile e il viaggio è durato la bellezza di ventisei giorni.

Continua a leggere
  14650 Visite
  0 Commenti

Parlando di diabete con Fraintesa

Parlando di diabete con Fraintesa
Spesso, girando l'Italia per raccontare la mia storia sul giro del mondo in 1000 giorni senza aerei, mi sono imbattuto nelle classiche domande sul mio...
Continua a leggere
  698 Visite
  0 Commenti

Da Locarno a Venezia alla riscoperta di angoli d'Italia meravigliosi.

L'arrivo a Venezia

 

Quando mi è stato proposto di partecipare alla Locarno Venezia non stavo più nella pelle, finalmente potevo tornare a viaggiare attraverso l’Italia e per di più come piace a me, ovvero lentamente e a diretto contatto con la natura.
E le aspettative non hanno deluso, anzi!

Continua a leggere
  1454 Visite
  0 Commenti

Si riparte! Locarno-Venezia via fiumi e laghi dal 20 al 27 maggio

Si riparte! Locarno-Venezia via fiumi e laghi dal 20 al 27 maggio

Dopo tre mesi dalla fine del mio giro del mondo in 1000 giorni senza aerei è finalmente giunto il momento di ripartire!

Ovviamente senza aerei!

L’occasione stavolta è davvero ghiotta, uno di quei viaggi che amo alla follia: percorsi lenti, immersi nella natura, alla scoperta di territori per così dire sottovalutati e a volte proprio dimenticati.

Continua a leggere
  1011 Visite
  0 Commenti

Viaggio in Islanda per il solstizio d'estate e sole di mezzanotte: 15 - 22 giugno 2017

backpackers-academy-islanda

Giorno 1: Partenza dall’Italia e arrivo all’aeroporto di Keflavik in tarda serata. Ritiro delle auto a noleggio e trasferimento in paese. Pernottamento a Keflavik Il pernottamento l'ho pensato in Guest House , ostelli o al massimo piccoli hotel: i bagni potrebbero essere condivisi. Giorno 2: Al mattino ci sveglieremo presto per godere a pieno della giornata. Cominceremo con qualche ora di relax alla Blue Lagoon o con una fantastica escursione per l’avvistamento delle balene nella baia che fa da cornice alla Capitale Islandese ( escursioni facoltative non incluse, richiesta prenotazione) Nel pomeriggio ci dirigeremo verso Borgarnes costeggiando il fiordo di Havalfjord su una delle strade panoramiche più belle e meno battute della zona. Arrivo in serata al Milli Vina in tempo per godere un po’ di relax . Pernottamento al Milli Vina Guest House in un luogo isolato, immerso nella natura selvatica. Giorno 3 Sveglia presto al mattino e partenza verso la spettacolare penisola di Snaefellsnes si sporge dalla costa direttamente verso l’oceano Atlantico è un costante di crateri, campi di lava, cime ghiacciate, spiagge, scogliere e piccoli villaggi. Una catena montuosa la percorre interamente e alle sue spalle troviamo il grande vulcano ghiacciaio Snaefellsjokull, dove secondo la leggenda ,si trova il passaggio verso il centro della terra, visiteremo villaggio di pescatori di Stykkisholmur per poi continuare il nostro viaggio verso attrazioni come Deildatunguhver, la più potente sorgente d’acqua calda del mondo, e Hraunfossar le cascate che si originano da un torrente sotterraneo. Pernottamento al Milli Vina Guest House Giorno 4: Oggi dedicheremo l’intera giornata alla visita del Circolo d'Oro, all’interno della zona del Parco Nazionale di Tingvellir (patrimonio dell’Unesco) zona che dal punto di vista geografico , si trova su una frattura dovuta alla “deriva dei continenti" cominceremo con la zona dei geyser Geyser il più grande e più antico conosciuto e Strokkur il più famoso della zona , le eruzioni di quest’ultimo si verificano ogni 4-8 minuti , ci sposteremo poi verso Gullfoss , una delle più note cascate d’Islanda , tra le più spettacolari , soprannomiate “ la regina delle cascate islandesi”, per dirigerci poi verso la zona di Hella dove pernotteremo. Pernotteremo nei pressi di Hella, in Guest House , ostelli o piccoli hotel Giorno 5: Sveglia presto al mattino , dedicheremo la giornata alla visite di una delle cascate più famose al mondo Seljalandsfoss e la meno conosciuta Gljùfrabùi, consiglio di portare con voi un impermeabile , sarà una mattinata rinfrescante! Salteremo di nuovo in auto per dirigerci verso la seconda cascata più fotografata di’ Islanda : Skogafoss. Pernotteremo nei pressi di Vik, nella parte più a Sud dell’Isola in Guest House o ostelli o piccoli hotel. Giorno 6 : Sveglia presto al mattino , la nostra giornata comincerà dalla spiaggia nera di Vik per proseguire verso il parco nazionale di Skaftafell, situato tra Kirkjubaejarklaustur ai piedi di uno di ghiacciai più grandi d’Europa ,sotto la sua cappa , si trovano diversi vulcani attivi. Dedicheremo l’intera giornata alla visita di questa zona , avvicinandoci verso la cittadina di Hofn dove arriveremo in serata. Volendo, potremo cenare in un famoso ristorantino sul porto. Dormiremo ad Hofn in Guest House o piccoli hotel Giorno 7: Sveglia presto al mattino, dopo aver visitato la zona di Hofn con i suoi laghi glaciali alle pendici del ghiacciaio, faremo una capatina a Diamond Beach ,a due passi dalla laguna Jokulsarlon , è famosa per il suo paesaggio scintillante, blocchi di ghiaccio vanno ad adagiarsi sulla spiaggia vulcanica , credo giochi di luce pazzeschi. Guideremo poi verso la capitale dove contiamo di arrivare in serata. Pernottamento a Reykjavik in Appartamento – Guest House o piccoli hotel Giorno 8 : Rilascio auto . Volo di ritorno Il programma è indicativo, saremo comunque liberi durante il viaggio di adattarlo alle nostre esigenze, in base anche al clima. Costo totale: 1490 Euro Il viaggio è organizzato con la copertura tecnica e organizzativa di agenzia viaggi e tour operator. Per inviare la tua adesione o per richiedere maggiori info scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Le quote includono: Voli Internazionali dall’Italia per Reykjavík (come indicato di seguito il costo del viaggio è stato calcolato in base alla disponibilità e prezzi attuali delle compagnie low cost indicate. Costi e disponibilità andranno quindi riconfermati al momento della prenotazione) Auto a noleggio tipo Toyota RAV4 Cambio Manuale o similare - 5 persone per auto o minivan da 7/9 posti 7 pernottamenti in guesthouse in camere multiple in alcuni casi il bagno potrebbe essere condiviso Le quote non includono: Tasse aeroportuali ( circa € 100.00) Bagaglio da stiva Pranzi e cene Tasse/Biglietti d’ingresso ai siti, parchi, monumenti e riserve. Deposito cauzionale per il noleggio dell’auto (garanzia da corrispondere con carta di credito del guidatore all’atto del noleggio) Escursioni facoltative e tutto quanto non espressamente indicato alla voce le quote includono Gruppo confermato con minimo 15 partecipanti Per inviare la tua adesione o per richiedere maggiori info scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  2219 Visite
  0 Commenti

La trip therapy funziona?

Con il dott.Stefano Genovese e la dott.ssa Monica Bulgheroni

Dopo 1000 giorni intorno al mondo senza aerei è giunto il momento di tirare le somme e capire se la Trip Therapy ha realmente funzionato anche con il diabete.

Quando sono partito nel maggio 2014 seguivo una terapia multiiniettiva che comprendeva la somministrazione di circa 58 unità di insulina al giorno. Pesavo 82 chilogrammi e il mio valore di emoglobina glicata era pari a 7.6
Tutti gli altri valori erano perfettamente nella norma.

Continua a leggere
  915 Visite
  0 Commenti

Lo zaino di un viaggiatore: istruzioni per l'uso!

Zaino

Un piccolo video guida con cui vi mostro tutto ciò con cui viaggiavo: dalle magliette alle calze, dal fornelletto alla corda.

Istruzioni per l'uso di chi si vuol mettere in viaggio!

Continua a leggere
  1244 Visite
  0 Commenti

Dopo 1000 giorni si torna a casa!

Mille giorni dopo....

"Per me il viaggio è metafora della vita stessa. Prima o poi arriva il momento in cui tutto finisce. Bisogna dire addio ai luoghi e alle esperienze. Bisogna dire addio alle persone con cui si è condiviso momenti indimenticabili. Dire addio è la parte più difficile, è il più grande dei sacrifici. Ma il bello è che ognuno prende la propria strada e a volte capita che queste strade s’incrocino nuovamente. Ho amici in ogni angolo del mondo."

Continua a leggere
  773 Visite
  0 Commenti

Il sorriso è la chiave di una lingua universale, che permette di decifrare l’intimità delle persone.

Schermata-2017-08-26-alle-18.51.24

"Il punto non sono mai state le risposte, ma le domande. Viaggiare, come vivere, dà sempre risposte, ma a cosa? La cosa più difficile è porsi le domande giuste e forse chi viaggia si pone semplicemente più domande di chi resta a casa. Il viaggio non è un’occasione di redenzione, non fa divenire altro da sé e non fa scappare, ma mette in contatto profondo con se stessi, offrendo la possibilità di interrogarsi, di parlare con la propria voce più intima e nascosta senza menzogne o filtri. Mentre camminavo, mentre me ne stavo seduto su un bus o su un treno merci lurido o su una roccia in riva all’oceano non ho mai smesso di sentire, di dialogare con me stesso."

Tratto da : "L'orizzonte, ogni giorno, un po' più in là" presto in uscita su Amazon.

Continua a leggere
  672 Visite
  0 Commenti

I nomadi non hanno storia, hanno soltanto geografia.

Vista sull'Atlante - Marocco


Ed è proprio quanto pensi di aver capito tutto, quando pensi di aver visto abbastanza, quando pensi che il mondo non possa più stupirti che accade esattamente il contrario.
Dopo 980 giorni nomade per il mondo ho avuto l'opportunità di passare diversi giorni con una famiglia berbera, realmente nomade.

Continua a leggere
  559 Visite
  0 Commenti

Una volta che hai viaggiato, il viaggio non finisce mai, ma si ripete infinite volte negli angoli più silenziosi della mente

Ait Ben Haddou - Marocco

Pur conoscendo bene il Marocco non mi stancherei mai di visitarlo. E così è capitata l'occasione di rivivere luoghi conosciuti in passato grazie al mio amico Mohamed conosciuto proprio in un viaggio passato in queste terre.
Lasciamo Marrakech all'alba per raggiungere l'imponente catena montuosa dell'Atlante che, in questo periodo dell'anno è completamente innevata. 

Continua a leggere
  505 Visite
  0 Commenti

Di una città non apprezzi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.

Essaourira - Marocco

Marrakech.
É uno di quei luoghi il cui solo nome richiama alla mente musiche, colori e profumi. È la terza volta nella mia vita che capito tra questi souk. Oltre vent'anni fa giunsi qui con mio padre e mia madre, una delle ultime vacanze tutti insieme. Ricordo che alloggiavamo in un villaggio vacanze, ma anziché voler trascorrere le giornate in piscina ero maggiormente attratto dalla città.

Continua a leggere
  630 Visite
  0 Commenti

Sanno leggere quelle onde lievi proprio come i marinai sanno leggere le onde del mare

Deserto del Sahara - Mauritania

Davanti ai miei occhi l’ultima vera e propria frontiera. Dalla Mauritania al Marocco, passando per il Sahara occidentale, un territorio conteso che lotta per la propria indipendenza. Come il Tibet, come il Manipur e la Casamance. Ho una naturale simpatia verso queste lotte indipendentiste, ma stavolta il rischio era tangibile.

Continua a leggere
  1638 Visite
  0 Commenti

Quando le tue gambe sono stanche, cammina con il cuore.

Moschea di Touba - Senegal

Era ormai tempo di volgere verso nord, iniziando la risalita verso il Marocco e l'Europa. Dai Pais Bassari mi spostai al centro del Senegal per visitare la sua città sacra, ovvero Touba.
Una gigantesca moschea sorge al centro della città. Ho deciso di visitarla al tramonto per poter godere delle luci migliori.
Finalmente un bell'esempio di architettura islamica caratterizzato principalmente dalle simmetrie e dai giochi di angoli dei minareti.

Continua a leggere
  3325 Visite
  0 Commenti

VIAGGIARE È CAMMINARE VERSO L'ORIZZONTE, INCONTRARE L'ALTRO, CONOSCERE, SCOPRIRE E TORNARE PIÙ RICCHI

Pais Bassari - Senegal


Senegal, la terra dei baobab.
Non so se è realmente così, ma questa è stata l'impressione avuta attraversando il paese dalla costa della Casamance fino ai remoti paesi di Bassari. L'unica zona montagnosa, in uno stato completamente piatto. Che poi chiamarle montagne è un eufemismo poiché l'altitudine non supera i 500 metri.

Continua a leggere
  525 Visite
  0 Commenti

I viaggiatori sono quelli che lasciano le loro convinzioni a casa, i turisti no.

Casamance - Senegal

Dakar e la sua gente mi aveva presto stancato. La città è sporca, polverosa e con poco da offrire. La sua popolazione è arrivista e troppo abituata al tubab, al bianco, ovvero al bancomat con le gambe che cammina per le strade. Altro che taranga senegalese, ovvero l'ospitalità, la realtà è che ho trovato persone addirittura razziste e non mi sono mai sentito a mio agio.
Detto questo tutti i senegalesi conosciuti in Italia e nel mondo mi erano sempre apparsi brave persone pertanto l'unica soluzione era andarmene dalla capitale e cercare luoghi più genuini.

Continua a leggere
  652 Visite
  1 Commento

PUOI SVEGLIARTI ANCHE MOLTO PRESTO ALL’ALBA, MA IL TUO DESTINO SI È SVEGLIATO MEZZ’ORA PRIMA DI TE.

Isola di Goree - Senegal

Avrei voluto vivere diversamente l’Africa, sarebbe dovuto essere il finale di una grande avventura nel mondo, nelle natura e nelle persone. Avrei voluto riuscire ad arrivare in Sudafrica e poi risalire fino all’Europa. Un viaggio di almeno nove mesi o probabilmente molto di più.
Purtroppo quando mi trovavo in Argentina l’unico passaggio in barca che ero riuscito a trovare verso questo continente approdava sulle coste senegalesi. In trappola praticamente.

Continua a leggere
  1403 Visite
  0 Commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.