PERÙ VOL.3: CUSCO E LA VALLE SAGRADA

cusco

Cusco è senza ombra di dubbio uno dei luoghi dell’America Latina a cui sono più legato. È stato uno di quei punti nevralgici del mio giro del mondo, uno di quei punti che separano nettamente un prima da un poi. 

Continua a leggere
  363 Visite
  0 Commenti

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #7: L'arrivo a Santiago

arrivo a Santiago

72 giorni camminando in silenzio da Bobbio, ovvero dalla Valtrebbia e gli appennini piacentini fino a Santiago De Compostela: 2089 chilometri per arrivare di fronte alla sua maestosa cattedrale.

È la fine di un viaggio che, non dimentichiamolo mai, è innanzitutto un pellegrinaggio e come tale, da credenti o meno, bisogna approcciarsi. Da qualunque punto inizi questo cammino, si parte turisti, a volte viaggiatori, e si giunge comunque pellegrini. È un cammino che offre tante risposte, ma che prima di ogni cosa è in grado di mettere a nudo con le nostre domande più profonde e recondite. 

Continua a leggere
  388 Visite
  0 Commenti

Perù vol.2: il lago Titicaca e l'isola di Amantanì

Titicaca

 

Il lago Titicaca è troppo spesso trascurato da chi viaggia in Perù a meno che non si sia diretti verso la Bolivia, stato che ne condivide metà delle coste. È il lago navigabile e abitato più alto al mondo a circa 4000 metri di altezza. E lasciatemelo dire, è uno dei luoghi più belli ed emozionanti del nostro pianeta. Le sue acque cristalline indubbiamente giocano a suo favore, così come le nuvole basse così grasse e bianche che sembra quasi di poterle toccare. Le sue isole indubbiamente, cariche di storia e cultura oltre che di scorci da lasciare letteralmente senza fiato. Ma più di tutto, a rimanermi ogni volta nel cuore è la semplicità della sua gente, così umile ed orgogliosa. Parlano una lingua tutta loro, nè spagnolo nè quechua e sono ancora fedeli alle loro origini che cercano in tutti i modi di preservare. 

Un efficace e sostenibile modello di turismo

Quando si vivista il lago Titicaca lo si fa, sponda peruviana, giungendo all'incasinata città di Puno: non un granchè oggettivamente, a meno che non capitiate qua durante il festival della Virgen Candelaria, ovvero il carnevale peruviano, secondo solo a quello di Rio in Sudamerica. Da Puno si può prendere la barca al molo e essere trasportati in tre diverse isole, oppure tutte e tre come nel nostro caso: Uros, ovvero le isole galleggianti, Amantanì e Taquile. Solitamente i turisti visitano e alloggiano a Taquile, l'unica realmente attrezzata con ristoranti, piccoli hotel e guest house, addirittura bancomat. È bellissima, sembra a volte di camminare in Costa Azzurra sulle sue coste, ma il turismo qui è piuttosto massivo e impattante, di autentico è rimasto ben poco. Dove invece l'autentico è ampiamente rimasto è l'isola di Amantanì dove, per una volta, si puoò dire che il modello di turismo è assolutamente sostenibile. Non vi sono ne hotel ne ristoranti, si puoò solo alloggiare a casa dei contadini locali. Questi sono riuniti in comunità che ruotano nell'ospitare i visitatori. Non solo, all'interno delle stesse comunità, a ruotare sono anche le famiglie in modo che il benessere venga equamente distribuito. Il risultato è che chi visita questi luoghi ha l'autentica possibilità di vivere nella loro originale dimensione.  

Il lago e tutto il resto

Detto di Amantanì e Taquile non privatevi anche dell'esperienza di visitare le isole galleggianti di Uros, che a prima vista possono sembrare delle isole finte, piazzate li per attirare turisti, ma che anch'esse significano tanto in termini di cultura locale. Le popolazioni vivono realmente su queste isole galleggianti e se potete, fatevi portare all'interno della comunità per scoprire la loro vita sociale fatta di scuola, lavoro, ospedale e chiesa. Vi stupirà. 

Il viaggio in Perù con la #BackpackersAcademy ovviamente non è finito qui, nel prossimo video e articolo vi porteroò a Cusco e nella Valle Sacra. Se invece ti sei perso il primo episodio, clicca qui e vieni con noi ad Arequipa! 

Continua a leggere
  477 Visite
  1 Commento

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #6: due mesi in cammino -300 km a Santiago

IL CAMMINO

60 giorni tondi tondi di cammino silenzioso. 

1750 chilometri circa percorsi. 

Questo il bilancio numerico degli ultimi due mesi della mia vita. Dal ponte gobbo di Bobbio, da quel 15 settembre sembra passata una vita e allo stesso tempo sembra ieri che litigavo con le vesciche ai piedi sulla riviera del ponente ligure. Del silenzio voglio essere sincero, non mi pesa per nulla. Potrei continuare ancora settimane, addirittura mesi. Pesa indubbiamente più a chi mi sta vicino sia fisicamente che emotivamente. Due mesi trascorsi a svegliarsi ogni mattina all'alba con un solo scopo: camminare. Questo aspetto invece non ve lo nascondo, pesa eccome. Ho voglia di arrivare a destinazione, ho voglia di darmi una pacca sulla spalla e dirmi che ce l'ho fatta. Ho voglia di svegliarmi la mattina e passeggiare per le vie di una città. Ho voglia di mettere il Cammino nella mia vita quotidiana perchè questo ad oggi è l'insegnamento più grande che porto con me: la vita semplice, umile e gentile del Cammino dovrà essere la mia vita anche a casa.

 

I momenti difficili

Ovviamente ci sono stati e lo sono stati dal punto di vista fisico appena lasciata la Costa Azzurra, quando, addentrandomi tra i boschi della Provenza, una vescica non mi lasciava in pace ed ero arrivato al punto di voler mollare tutto. È successo poi vicino a Carcassonne quando mi sono trovato nel bel mezzo dell'esondazione dell'Aude e  tutto intorno a me era ricoperto di fango: mi sono sentito così piccolo e impotente e così in balia dell'universo poichè sarebbero bastate un paio di circostanze diverse per ritrovarsi invece nel bel mezzo di quella piena improvvisa. Ma non solo, ricordo la salita a Roncesvalle, con oltre mezzo metro di neve e la pioggia fitta a valle che mi hanno fatto arrivare in cima dilaniato. Gli ultimi 200 chilometri percorsi poi qui in Spagna, sull'altopiano delle Mesetas, 200 km piatti, monotoni e dalle condizioni atmosferiche proibitive: pioggia e raffiche di vento a 40 km/h quotidiane. Oggi, dopo due mesi in cammino costante i talloni  fanno male la sera, un ginocchio è infiammato, ma la testa tiene eccome, con tenacia e determinazione mi sta portando oltre quota 2000 km, verso Santiago e Finisterre. 

Continua a leggere
Tag:
  951 Visite
  0 Commenti

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #5: l'inizio del cammino francese

Alto del perdono

Il cammino francese è iniziato e il mio pellegrinaggio verso Santiago de Compostela radicalmente cambiato. Non è più un viaggio solitario, ora con me ci sono altri pellegrini sulla strada. Pochi a dir la verità perché ora è la stagione con meno affluenza sul cammino, saremo circa una ventina a muoverci a mo’ di carovana.

Continua a leggere
  587 Visite
  0 Commenti

Agosto in Madagascar: viaggio solidale nel sud dal 26 luglio al 11 agosto 2019

Madagascar

Alzi la mano chi non ha mai sognato di visitare il Madagascar? Specialmente dopo il film credo che dentro le nostre menti quest'isola affascina come poche. Bene, allora perchè non ci andiamo insieme? Per giunta con un viaggio solidale che ci permetterà di unire il piacere del viaggio esotico all'esperienza umanitaria in un piccolo villaggio e soprattutto l'aiuto concreto con la costruzione, grazie a parte della quota sottoscritta da chi parteciperà, di pozzi d'acqua!!! 

Continua a leggere

Backpackers Academy

  • madagascar
  •   Venerdì, 26 Luglio 2019
  •   Sabato, 10 Agosto 2019
  • 2990
  • TTMADAGASCAR19@GMAIL.COM
  • TTMADAGASCAR19@GMAIL.COM
  3090 Visite
  0 Commenti

Viaggio di gruppo in Myanmar (Birmania) dal 7 al 19 febbraio 2019

birmania

Dopo lo strepitoso viaggio di gruppo condotto insieme lo scorso anno in Vietnam, si replica anche a febbraio 2019 con un itinerario semplicemente 

F A N T A S M A G O R I C O! 

Dove? In Myanmar! 

Con chi? Ma è ovvio con il super mitico Emanuele di Coast to Costans!

Continua a leggere

Backpackers Academy

  • BIRMANIA - MYANMAR
  •   Giovedì, 07 Febbraio 2019
  • birmania2019@gmail.com
  3238 Visite
  0 Commenti

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #4: l'arrivo a Saint Jean Pied de Pord

Verso Santiago

1251 chilometri e 44 giorni in silenzio. Questo è stato il tempo e la distanza per raggiungere un piccolo punto sui Pirenei che solo un mese fa vedevo così lontano è così inarrivabile. Sì, ve lo giuro, chi mi conosce lo sa molto bene, ci sono stati momenti in cui raggiungere  Saint Jean Pied De Pord è stata una vera e propria utopia.  

Continua a leggere
  538 Visite
  0 Commenti

Perù Vol.1: Arequipa e Canyon del Colqua

arequipa

Di tutto il Sudamerica porto nel cuore la musica e le feste colombiane, le notti in tenda nella Patagonia, le ore passate ad aspettare un'auto in Cile facendo autostop, le notti brave a Buenos Aires, i colori del Brasile, ma anche e soprattutto la natura delle Ande in Perù. Questo principalmente il motivo per cui ho scelto di tornare in quelle terre con l'ultimo viaggio di gruppo: tre settimane intense, meravigliose, alla scoperta di uno dei luoghi più belli e pittoreschi di tutta la terra

Continua a leggere
  592 Visite
  1 Commento

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #3: 1000 km, metà cammino

Pirenei

37 giorni di cammino, 1000 chilometri percorsi camminando in silenzio. Ho raggiunto e superato metà del mio cammino silenzioso da Bobbio fino a Santiago de Compostela. Fa sempre un certo effetto giungere a metà di un percorso, ancor di piuù se questo porta in dote anche una cifra tanto tonde come i 1000 chilometri. Proprio ora tra l'altro che il percorso inizia a snodarsi trai Pirenei, in salita, ma moralmente la strada è tutta in discesa. 

Continua a leggere
  2025 Visite
  0 Commenti

DA BOBBIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA, A PIEDI E CON IL VOTO DEL SILENZIO #2 I PRIMI GIORNI IN FRANCIA

moint victoire

Passo dopo passo, chilometro dopo chilometro, ho raggiunto il traguardo di un mese in pellegrinaggio e, guardacaso, ho anche superato la soglia degli 800 chilometri percorsi che altro non sono che la durata, approssimativa, proprio del classico cammino di Santiago, per intenderci quello che parte da Saint Jean Pied de Pord, attraverso il cammino francese, porta fino all'Oceano Atlantico. So pertanto cosa vuol dire, almeno a livello di chilometraggio, effettuare un cammino. Un'esperienza forte, a tratti dolorosa sia fisicamente che mentalmente. È sicuramente un'esperienza temprante, che fortifica l'animo in profondità. 

Continua a leggere
  1403 Visite
  0 Commenti

Da Bobbio a Santiago de Compostela, a piedi e con il voto del silenzio #1 Italia - Francia

San Lorenzo a Mare

Sono passati 15 giorni esatti dalla mia partenza, in quel di Bobbio, dalla Val Trebbia, quel luogo tra le colline piacentine che più amo e più ho ritrovato in giro per il mondo. I chilometri percorsi toccano i 400, dai primi per le montagne degli Appennini, fino a quelli sulla riviera di Ponente, da Genova a Ventimiglia. Con il sole ad abbrustolirmi il fianco sinistro del corpo e della faccia ho avuto, devo  ammetterlo, la fortuna di un clima meraviglioso, fin qui ho preso solo un brutto temporale a Torriglia, ovvero quando gli Appennini erano ormai in discesa. Ho percorso i lungomare, quelli che sono stati riqualiicati recentemente grazie al recupero della vecchia linea ferroviaria. Un progeto meraviglioso che sono stato flice di scoprire e percorrere. 

Continua a leggere
  2473 Visite
  0 Commenti

In Giappone con il diabete

Super sushi

Come vi ho raccontato nel precedente articolo (che puoi leggere qui) la cucina giapponese è una delle più gustose, colorate, profumate e varie del mondo. Mi sono addirittura spinto oltre, affermando che, a mio personalissimo parere, è la migliore cucina al mondo al di fuori dell’Italia.

Ma come si è comportato il diabete durante il mese che ho trascorso nella terra del Sol Levante? In questo specifico caso posso affermare tranquillamente che è il miglior cibo al mondo che abbia mai potuto provare in compagnia del mio scomodo amico, meglio anche della tanto decantata dieta meditterranea.

Continua a leggere
Tag:
  1656 Visite
  0 Commenti

Il Giappone e la sua cucina: è la migliore del mondo?

sushimi

Visitare e vivere il Giappone senza dedicarsi al cibo tradizionale è una vera e propria bestemmia esperienziale. Sì perché ovviamente questa terra è sì ricca di templi, santuari, paesaggi, cultura, grattacieli, luci e stranezze varie, ma è anche, udite udite, la miglior cucina al mondo dopo l’Italia.

Attenzione, è ovviamente una mia personalissima e opinabile opinione, tuttavia ho potuto visitare ben 76 stati nella mia vita e, avendoli attraversati quasi tutti “on budget”, cioè con pochi soldi, posso permettermi di confrontarli in maniera equilibrata  mettendo a confronto proprio i piatti tipici della tradizione, quelli poveri per intenderci, che tra l'altro oggi i grandi chef hanno iniziato a rielaborare.

Continua a leggere
  999 Visite
  1 Commento

La libertà è sovrana e noi siamo felici in ogni angolo della terra.

Marocco

Il Marocco sta diventando ormai sempre di più una mia seconda casa: ci ho infatti trascorso alcuni giorni in una vacanza da piccolo con i miei genitori, quasi 25 anni fa. Chi mi conosce e ha letto il libro sa che ci ero tornato nel 2013, pronto a compiere un passo che poi per fatalità non si concretizzò.  Ho chiuso in pratica il mio giro del mondo in quella terra trascorrendoci quasi due mesi per prepararmi al ritorno in Italia e per terminare gli ultimi ritocchi al mio libro “L’Orizzonte Ogni Giorno Un Po’ Più In Là”.

Continua a leggere
  1115 Visite
  0 Commenti

Le buffe e ironiche statue Rakan di Kyoto

Rakan

Quando viaggio mi concedo spesso visite a luoghi insoliti e per nulla conosciuti, un po’ per evadere dai classici itinerari turistici e un po’ anche perché mi piace il gusto della scoperta, del nuovo, del poter portare a casa un pezzettino della mia personale ricerca ed esperienza.

Continua a leggere
  731 Visite
  0 Commenti

Le mille luci di Tokyo

japan

Non basterebbe una vita per poter dire di conoscere Tokyo. 

Una popolazione di quasi dieci milioni di abitanti, oltre ai tanti pendolari e perchè no, anche i tanti visitatori quotidiani. 

Ecco però di questo sono certo, non è una metropoli che sa di esserlo. Mi spiego: nella mia vita ho avuto la fortuna di visitare tutte le più grandi città del mondo, mancano al mio personale appello solo Miami, Singapore e Shangai. Tokyo non sembra questo incredibile agglomerato urbano. Sembra piuttosto un insieme di tante città, di mille sfacettature. 

Continua a leggere
  800 Visite
  0 Commenti

La magia tiene sempre la porta aperta. Davvero, sempre. Trovarla dipende solo da noi.

Kyoto

 Durante la mia avventura in giro per il mondo senza aerei ho dovuto fare determinate scelte in modo da conciliare spostamenti, logistica e soprattutto budget risicato. Fu così che dovetti rinunciare ad uno dei paesi che più stuzzicavano la mia mente fin da adolescente, ovvero il Giappone. 

Continua a leggere
  1045 Visite
  0 Commenti

Capodanno in Patagonia! 28 dicembre - 8 gennaio 2019

patagonia

Quante volte tornato dal mio Giro Del Mondo Senza Aerei ho sentito questa domanda:
QUAL È IL POSTO PIÙ BELLO DEL MONDO?

Continua a leggere

Backpackers Academy

  • PATAGONIA
  • <
  • <
  • 2.790
  • CAPODANNO tra i paesaggi magnifici della PATAGONIA argentina e visita della città di Buenos Aires

    ttpatagonia@gmail.com
  • ttpatagonia@gmail.com
  3684 Visite
  0 Commenti

Itinerario alternativo Giappone dal 25 Maggio al 5 Giugno: Tokyo e Hokkaido

Hokkaido!!!!!

Un nuovo grandioso itinerario che andrà a coprire la città di Tokyo prima di volgere verso il Giappone del Nord, quella terra maggiormente conosciuto per la sua natura con laghi, foreste, montagne e vulcani ovvero l'isola di Hokkaido. 

Scopri l'itinerario che ho in serbo per questa terra poco conosciuta e soprattutto poco visitata, insomma i viaggi che piacciono a me, quelli non banali alla ricerce dell'autentica cultura locale! E per una immersione ancora più profonda nelle tradizioni giapponesi ad accompagnarci ci sarà un'ospite d'eccezione ovvero Rudy Vianello (clicca qui per il suo sito): ho già avuto la fortuna di viaggiare con lui in terra nipponica lo scorso aprile e vi assicuro che, oltre ad essere un vero e proprio esperto del Giappone, è un pozzo di informazioni originali e per nulla scontate. Ci sarà da divertirsi! 

Vieni con noi, cosa aspetti?

 

 ITINERARIO25 Maggio

Partenza da Milano con destinazione Tokyo

Continua a leggere

Backpackers Academy

  • Hokkaido
  • 2090
  • info, costi , itinerario ed iscrizioni inviando una mail a: ttjapan19@gmail.com
  • ttjapan19@gmail.com
  2143 Visite
  0 Commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.