4 minutes reading time (799 words)

Chiudi gli occhi, immagina una gioia. Probabilmente penseresti ad una partenza

Vancouver

Non ho avuto la possibilità di godermi pienamente il lento avvicinarsi alla costa americana e la visione della terra dal mare. L'arrivo a Vancouver è stato di prima mattina e così tutto quel momento è stato durante la notte.
Poco male, mi sono svegliato che stavo solcando il fiume e passando sotto ad uno dei suoi bellissimi ponti sospesi.
Da lontano vedevo la skyline con le montagne imperiose alle spalle e io sull'acqua.


Vancouver è proprio questa: la città dove montagne imponenti toccano il mare.
I giorni in questa meravigliosa città li ho trascorsi ospite di una coppia, lei italiana e lui italo canadese, amici che mi hanno accolto come una persona di famiglia. Da quando viaggio intorno al mondo ho sempre decantato l'ospitalità delle persone, ma in questo caso si sono davvero superati!
Alloggio in un sobborgo sulle colline, piacevole e tranquillo. Per recarmi in città prendo tutti i giorni lo skytrain, ovvero una metropolitana all'aperto che mi permette di godere di una vista mozzafiato di Vancouver e dintorni.
La zona è composta da tante isole e penisole collegate da ponti bianchi. Il paesaggio è indimenticabile, le montagne intorno appaiono in tutto il loro splendore: massicce, verdi smeraldo, ricche di pini e ovviamente aceri, qui l'albero simbolo.
La foglia di acero compare proprio all'interno della bandiera ed il suo sciroppo è il vanto della nazione.
Le costruzioni non sono troppo invadenti, sembrano integrarsi perfettamente con la natura circostante. Anche i grattacieli che qui sono tutti color verde chiaro, quasi un acqua marina. Nelle giornate di sole il cielo e il mare si uniscono su queste facciate.
La città è molto tranquilla, pulita e piacevole da visitare.
Le persone, proprio come in Australia, mi sorridono e mi salutano mentre cammino per strada. Ricambio con un bel sorriso per nulla ostentato, il loro accento non è forte, è anzi l'accento più comprensibile finora incontrato. Non è raro chiacchierare con perfetti sconosciuti.
La città ovviamente è stata recentemente rinnovata grazie alle olimpiadi invernali del 2010 ed è strano immaginarsi proprio le olimpiadi in una città che oggi, a metà maggio, sembra più una città per regate che per infilare un paio di sci.  
Ma è solo questione di tempo perché la domenica mi portano a fare una gita a Whistler, un paese ad un paio d'ore da Vancouver.
Prendiamo la strada che si insinua sulle montagne e dopo vedute sontuose di montagne altissime che si tuffano nel mare arriviamo in quello che fu il villaggio olimpico. Le vette sono ancora innevate e gli sciatori si mischiano ai ciclisti di downhill, qui sport molto popolare. Consiste nel lanciarsi in mulattiera con una mountain bike particolarmente rinforzata negli ammortizzatori e freni. In pratica è come andare in moto nei boschi, ma senza la seccatura e l'impatto ambientale del rumore.
Facciamo un piccolo trekking verso il Lost Lake, un piccolo gioiello d'acqua tra i boschi e le montagne.
Sul sentiero noto spesso dei cartelli in cui si elencano gli atteggiamenti da seguire nel caso ci si imbatta in un orso, tutti i contenitori dell'immondizia hanno le chiusure anti orsi e quindi comprendo che le probabilità di incontro non sono basse.
Tuttavia non oggi, l'orso bruno è un appuntamento rimandato.
Il villaggio è molto pittoresco, ma non ha il sapore della storia e delle tradizioni dei nostri alpini.
La sua storia è decisamente recente, ma questo si traduce in grande efficienza.
Nel rientrare in città visito ance due cascate spettacolari: è maggio, l'acqua dei ghiacciai inizia a sciogliersi e la forza dell'acqua è impressionante. La prima è un vero e proprio gradino, un salto netto di oltre cinquanta metri, il rumore dell'impeto mi giunge all'orecchio centinaia di metri prima.
La seconda è meno impetuosa, si divide tra i massi rocciosi e a valle si può fare il bagno in una piscina naturale.
Lo spettacolo è grandioso.
Il meglio tuttavia deve ancora venire, me lo tengo per l'ultimo giorno: Stanley Park.
Questo parco è la vera esperienza di Vancouver poiché è unico nel suo genere.
Amo i parchi cittadini, soprattutto quelli di matrice anglosassone perché sono autentiche oasi di pace. I contrasti tra la natura e i grattacieli mi ha sempre emozionato perché la coesistenza non appare così dannosa come invece l'utilizzo del cemento in altre situazioni.
Amo i contrasti e le contraddizioni, mi fanno sentire parte di questo mondo, sento di appartenergli.
Qui il contrasto è ancora più forte perché questo parco è una vera e propria foresta dentro la città. È davvero vastissimo e perdersi al suo interno da una piacevole sensazione di equilibrio, in sospeso tra l'antico e il moderno, tra la natura e l'uomo.

Non avevo preventivato il mio passaggio in Canada quando decisi di partire per il giro del mondo.
Ma se questo è l'inizio, potrà solo stupirmi ed emozionarmi.

Location (Map)

Viaggiare è dare un senso alla propria vita. Viagg...
L’orizzonte, ogni giorno, un po’ più in là.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 15 Gennaio 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.