4 minutes reading time (766 words)

Se la nostra esistenza si svolge all'insegna della ricerca della felicità, forse poche cose meglio dei viaggi riescono a svelarci le dinamiche di questa impresa.

Buddha sdraiato  - Laos

Un cielo turchese come solo certe mattine di marzo. Montagne che si ergono come pinnacoli dalla giungla. Un fiume, il Mekong, così importante da non sembrarlo affatto quando ti siedi sulle sue rive ad ammirarne il tramonto. Cascate a gradini, con acqua azzurra e pura, in mezzo ad una natura rigogliosa. Caverne spettacolari che volgendogli le spalle aprono delle vedute incredibili sul territorio circostante. E poi ancora templi, stupe e infinite statue di buddha, dovunque. I monaci vestono color zafferano e arancione e al mattino, prima dell'alba, li puoi vedere raccogliere le offerte della popolazione locale.



Questa meravigliosa cartolina è il Laos, paese letteralmente incastrato tra tutti gli altri del sud-est asiatico, l'unico senza sbocchi sul mare.
Ex colonia francese, ha mantenuto certe buone influenze dei transalpini.
È facile trovare baguette ripiene per strada in mezzo a banchetti di noodles e zuppe. I giardini e i parchi sono molto ben curati e trovare qualcosa del genere in Asia è molto difficile. Ovviamente è una meta molto battuta dai turisti francesi stessi.

Arrivo nella capitale Vientiane nel pomeriggio e ad attendermi un gustoso mercato notturno sulle rive del fiume dove è possibile assaggiare di tutto. Gli alloggi sono piuttosto cari e così dopo oltre sei mesi torno in ostello. L'atmosfera è elettrizzante e conosco persone da ogni dove: neozelandesi, australiani, francesi, americani e brasiliani.
In tanti si meravigliano per la mia avventura e così recupero diversi contatti per il resto del mio giro del mondo.
La capitale è una città molto vivibile, ricca, in pieno boom economico, ma dai ritmi particolarmente compassati, specchio perfetto del popolo laotiano. Purtroppo gran parte di templi e monumenti sono andati distrutti così ripiego sull'arco di trionfo, il Patuxai, costruito dopo la lotta per l'indipendenza dal colonialismo francese. Piuttosto ironico erigere un monumento così simile a quello parigino nei campi Elisi per celebrarne la cacciata.
Volgo verso il tempio dorato, simbolo della città e ciò che più mi colpisce è la scarsa presenza di turisti. Godo enormemente a poter visitare questi luoghi in tranquilla solitudine.
L'appuntamento più importante non è tuttavia a Ventiane, bensì più a nord, a Luang Prabang. Già dall'India avevo sentito parlare di questo posto da tanti viaggiatori e così il giorno seguente sono già in viaggio.
Le strade in Laos sono peggio di quelle nepalesi e il viaggio è un incubo sennonché dopo circa cinque ore mi si apre una veduta incredibile: le montagne laotiane. Sono meravigliose, si ergono imponenti dalla giungla rigogliosa e resto ipnotizzato per il resto del viaggio. Ogni tanto scorgo dei puntini dorati tra le rocce e la giungla. Sono templi e stupe buddiste; qui il buddismo è molto importante e nonostante la vicinanza con la Cina non ne è stato influenzato nelle scelte architettoniche.
L'arrivo a Luang Prabang nella notte è un'amara sorpresa. Immaginavo un villaggio popolato da monaci e backpackers e mi ritrovo una cittadina dotata di ogni confort e resort. I prezzi sono alle stelle e fatico non poco a trovare una stanza economica. Per le strade suv e macchinoni, minivan di ultima generazione con a bordo turisti da Mar Rosso.

Il giorno dopo trovo subito un ostello e rientro nel mio piccolo mondo da viaggiatori zaino in spalla. Parlando capisco che Luang Prabang sta vivendo uno sviluppo turistico esponenziale e che recentemente hanno aperto addirittura un golf club.
I backpackers stanno scomparendo poiché i prezzi sono in rapida ascesa.
Non mi abbatto, d'altronde sono conscio che qui posso trovare alcuni dei più belli scenari di tutto il sud-est asiatico. Faccio gruppo con dei ragazzi svizzeri e inglesi, così visitiamo le caverne dei mille buddha e le cascate di Guang Si.
Se le caverne sono spettacolari, ma troppo affollate, la stessa cosa non si può dire delle cascate.
Occorre farsi furbi ed evitare gli orari dei gruppi organizzati, così quando arriviamo il flusso delle persone è inverso a noi.
Davanti ai miei occhi la cartolina più bella di tutto il sud-est asiatico. È sicuramente sul podio dei posti più spettacolari di questo giro del mondo.
Tante piccole terrazze di acqua azzurra in mezzo ad una fitta vegetazione. Sembra di essere in un film, è tutto troppo bello per essere vero. Non resisto, mi tuffo dopo pochi minuti spesi a fare video e foto. Voglio immediatamente mordere quel paradiso. L'acqua è gelata ma la sensazione è rigenerante. Come un bambino mi butto sotto le cascate. Nuoto, passeggio sui questi terrazzi naturali, mi lascio cullare dalla corrente.
Sta per tramontare il sole e mi sento nuovamente felice. Quella felicità che solo la natura mi può dare, il perfetto equilibrio in un quadro d'autore.

Location (Map)

Tieni viva in te la capacità di continuare a merav...
Non c'è strada che porti alla felicità, la felicit...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti 8

Ospite - Corrado il Lunedì, 16 Febbraio 2015 15:17

Caro Claudio,
non so come tu possa resistere da così tanti mesi lontano da casa. Qui da noi stanno succedendo un sacco di cose.
Piacenza si prepara alla grande opera per l'Expo: un ascensore di 55 mt per raggiungere il campanile del Duomo.
Poi la Juve ha pareggiato con il Cesena, il Pro ha perso con il Pisa e il Garilli è sempre più desolato.
Ma poi perchè sei andato li dai cinesi? Non dovevi andare così lontano per trovarli! Le imprese cinesi si sono triplicate nel giro di 10 anni a Piacenza: ci stanno colonizzando! E quando vai in giro devi stare attento. Li da te cc'è molta criminalità? Mamma mia qui non si può più stare! Mi raccomando Claudio, stai attento, copriti e non dare troppa confidenza!
Uh, quasi dimenticavo: la Nina Zilli è arrivata 9^ al Festival; di preciso non lo so, perchè io non l'ho mica guardato, però è stata brava. Poi è diventata anche più carina, sarà che li ti mettono il cerone, ma a me me lo hanno solo detto perchè io non lo guardo mica il festival.

Adesso ti devo lasciare perchè ho parcheggiato sulla pista ciclabile.

Corrado

Caro Claudio, non so come tu possa resistere da così tanti mesi lontano da casa. Qui da noi stanno succedendo un sacco di cose. Piacenza si prepara alla grande opera per l'Expo: un ascensore di 55 mt per raggiungere il campanile del Duomo. Poi la Juve ha pareggiato con il Cesena, il Pro ha perso con il Pisa e il Garilli è sempre più desolato. Ma poi perchè sei andato li dai cinesi? Non dovevi andare così lontano per trovarli! Le imprese cinesi si sono triplicate nel giro di 10 anni a Piacenza: ci stanno colonizzando! E quando vai in giro devi stare attento. Li da te cc'è molta criminalità? Mamma mia qui non si può più stare! Mi raccomando Claudio, stai attento, copriti e non dare troppa confidenza! Uh, quasi dimenticavo: la Nina Zilli è arrivata 9^ al Festival; di preciso non lo so, perchè io non l'ho mica guardato, però è stata brava. Poi è diventata anche più carina, sarà che li ti mettono il cerone, ma a me me lo hanno solo detto perchè io non lo guardo mica il festival. Adesso ti devo lasciare perchè ho parcheggiato sulla pista ciclabile. Corrado
Ospite - Claudio il Giovedì, 19 Febbraio 2015 04:14
Ospite - Arioh il Lunedì, 16 Febbraio 2015 21:16

... Come un bambino mi butto sotto le cascate. Nuoto, passeggio sui questi terrazzi naturali, mi lascio cullare dalla corrente.
Sta per tramontare il sole e mi sento nuovamente felice. Quella felicità che solo la natura mi può dare, il perfetto equilibrio in un quadro d’autore...

Mi ritrovo tantissimo in queste parole...nonostante gli anni di fronte a certi spettacoli della natura, anche i più semplici, o ad emozioni che provo nel vivere alcuni scenari naturali ritorno spesso bambina...
mi stupisco ancora di quanto può essere bella la luna, un cielo stellato, il profilo delle montagne al tramonto, un tramonto misto nuvole...certi angoli nascosti e poco conosciuti del Trebbia...

Dato che non le hai messe nel video rimango incuriosita dalle montagne laotiane comunque la bellezza delle cascate mi ha appagato a sufficienza, sei scusato... :-)

Ciao ciao Claudio buon proseguimento!

Arianna

... Come un bambino mi butto sotto le cascate. Nuoto, passeggio sui questi terrazzi naturali, mi lascio cullare dalla corrente. Sta per tramontare il sole e mi sento nuovamente felice. Quella felicità che solo la natura mi può dare, il perfetto equilibrio in un quadro d’autore... Mi ritrovo tantissimo in queste parole...nonostante gli anni di fronte a certi spettacoli della natura, anche i più semplici, o ad emozioni che provo nel vivere alcuni scenari naturali ritorno spesso bambina... mi stupisco ancora di quanto può essere bella la luna, un cielo stellato, il profilo delle montagne al tramonto, un tramonto misto nuvole...certi angoli nascosti e poco conosciuti del Trebbia... Dato che non le hai messe nel video rimango incuriosita dalle montagne laotiane comunque la bellezza delle cascate mi ha appagato a sufficienza, sei scusato... :-) Ciao ciao Claudio buon proseguimento! Arianna
Ospite - Claudio il Giovedì, 19 Febbraio 2015 04:15

eheehhehehe ero in bus con dei vetri sporchissimi.. le riprese non erano granchè, non rendevano l'idea!! ho preferito raccontarvele!

eheehhehehe ero in bus con dei vetri sporchissimi.. le riprese non erano granchè, non rendevano l'idea!! ho preferito raccontarvele! ;)
Ospite - bonvi83 il Martedì, 17 Febbraio 2015 14:34

complimenti complimenti complimenti.....
viviti questo sogno.....
e oltre a tutto il bagaglio culturale e di esperienze, "porta a casa" video e foto.... saranno un super ricordo..... anche emozionale..... perché nel rivedere il tutto ti sembrerà di riviverlo....
ciao mitico
Andrea

complimenti complimenti complimenti..... viviti questo sogno..... e oltre a tutto il bagaglio culturale e di esperienze, "porta a casa" video e foto.... saranno un super ricordo..... anche emozionale..... perché nel rivedere il tutto ti sembrerà di riviverlo.... ciao mitico Andrea
Ospite - Claudio il Giovedì, 19 Febbraio 2015 04:16

A breve ripubblicherò i vecchi video e post su Facebook, ogni lunedì.

stay tuned!

A breve ripubblicherò i vecchi video e post su Facebook, ogni lunedì. stay tuned! ;)
Ospite - Arioh il Giovedì, 19 Febbraio 2015 19:10

aaaaaaah ok allora sei proprio scusato e sappi che hai reso bene l idea.

Ariciao

aaaaaaah ok allora sei proprio scusato e sappi che hai reso bene l idea. Ariciao

[…] are seeing this because your blog was recently used as part of a DDOS attack against […]

[…] are seeing this because your blog was recently used as part of a DDOS attack against […]
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 16 Gennaio 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.