3 minutes reading time (552 words)

In viaggio con il diabete in Africa: problemi e soluzioni

Tramonto nel deserto del Sahara

 

In un giro del mondo che ha toccato 44 paesi in 1.000 giorni e, ovviamente, tutti e 5 i continenti, quello che forse in principio poteva darmi maggiori preoccupazioni per quanto riguarda il diabete poteva essere proprio il continente africano.

L’ultimo, in ordine cronologico, tra quelli visitati. Mi immaginavo di trovare difficoltà pratiche e logistiche oltre ovviamente a condizioni igieniche difficile e rischi dovuti a possibili furti.

Invece.

Invece come ogni luogo del mondo mi ha riservato sorprese che hanno scardinato ogni mia ipocrisia e preconcetto.

Fin dall’arrivo a Dakar, in Senegal, ogni possibile problema relativo alla conservazione dell’insulina è andato scomparendo. Finché non ci si avventura in regioni particolarmente remote non mancano frigoriferi dove poter riporre le scorte e mai nessuno mi ha negato un aiuto in tal senso.

Quando ho visitato la regione dei Pais Bassari non ho trovato traccia di turismo ma mi sono abbandonato agli usi e costumi locali. Utilizzano vecchie giare in terracotta per mantenere al fresco i propri alimenti e un piccolo ragazzo smilzo si è offerto di custodire la mia scorta proprio all’interno di queste anfore. Il risultato è stato efficace, ovviamente non è lo stesso che riporla in un frigorifero però per qualche giorno ho evitato così di esporla alle temperature torride senegalesi.

L’Africa porta a sviluppare astuzia e sagacia, infatti i più grandi problemi sono arrivati dal paese successivo  nel mio itinerario verso nord, ovvero la Mauritania. Trovai l’opportunità di seguire un cammelliere e i suoi  dromedari in un cammino di oltre 180 chilometri nel deserto del Sahara. Accettai senza indugi ma ben presto mi resi conto che non fu proprio una bella idea per quanto riguardava la mia scorta di medicinali. Sebbene di notte la temperatura crollasse e l’insulina poteva stare al fresco e alla sua temperatura di conservazione ( 4- 8 gradi) di giorno il caldo era opprimente e raggiungeva picchi di 40 gradi all’ora di pranzo. Nel deserto del Sahara non vi sono molte piante e l’ombra è rara, così, quando ci fermavamo per pranzare ebbi l’intuizione di scavare una buca di circa un metro. Chiusi l’insulina in un sacchetto e legai l’estremità ad una corda per non rischiare di smarrirla e perdere tutto il giorno a ritrovarla. Funzionò!

In Marocco invece ritrovai standard europei e tutte le difficoltà logistiche svanirono. Restavano solo ed esclusivamente quelle quotidiane, ovvero quelle di saper interpretare i cibi che mi proponevano. Scomparso del tutto il riso, il pane aveva assunto la forma di quello tipico arabo a differenza del Senegal e Mauritania dove era facile trovare baguette ad ogni angolo. Non solo, anche la tipica usanza marocchina del tè alla menta, una bevanda molto zuccherata, che amara avrebbe messo in difficoltà chi me lo offriva essendo un vero e proprio rituale collettivo. In questi casi ancora una volta a venire in aiuto del viaggiatore diabetico vi è una e una sola risorsa: il monitoraggio.

Monitorare costantemente la glicemia è ciò che permette di comprendere come l’impatto glicemico del pane arabo sia ben diverso dai nostri pani occidentali e pure il tipico cous cous segue valutazioni differenti.

La ricomparsa di frutta e verdura di qualità ha fortunatamente limitato questo impatto.

Il Marocco è stato il luogo dove ho potuto riequilibrarmi appieno, prima del ritorno in Italia.

 

Articolo scritto in collaborazione con One Touch

Diabete in Asia: rischi calcolati e gustose opport...
UN MONDO FATTO DI NATURA, COLORI, SUONI E BELLA GE...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 24 Aprile 2018
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Mi chiamo Claudio, ho 36 anni, sono stato un bancario per caso, mentre sono sempre stato un viaggiatore per passione. Razionale, ma anche sognatore, amo la vita e credo fortemente che la stessa possa regalare alle persone che inseguono le proprie passioni le opportunità di realizzare i propri sogni.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla newletter

© Copyright 2018 TripTherapy di Claudio Pelizzeni, All Rights Reserved - Powered by Marco Salvatori Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.