Dopo l’Asia il ritorno al mondo occidentale: Australia e Nord America

Usa-e-australia

Ho trascorso nove mesi nel continente asiatico prima di volgere il mio itinerario verso l’Australia prima e il Nord America, poi. In mezzo l’Oceano Pacifico da attraversare senza aerei. Ci sono riuscito con una nave cargo mercantile e il viaggio è durato la bellezza di ventisei giorni.

 

Ma andiamo con ordine, il raggiungimento delle coste australiane, sempre a bordo di una nave mercantile (battente bandiera liberiana come nel film di Carlo Verdone), è stato il primo vero ritorno al mondo in cui ero cresciuto. L’Australia è una terra meravigliosa che è stata popolata per lo più da europei anche se le ultime generazioni hanno altresì subito una grande ondata immigratoria di persone provenienti dalla vicina Asia. Questi fattori ne hanno fatto il continente, a mio avviso, più cosmopolita del mondo.

Con il diabete è stato decisamente facile adeguarsi perché finalmente avevo a disposizione ogni possibile varietà di alimenti e cucine. Il problema semmai era il prezzo elevato ma, con grande attenzione, si riusciva a mangiare sano ed equilibrato. Nello specifico il diabete ne ha tratto giovamento grazie alle verdure e alla frutta di stagione, reintrodotte nella mia dieta con regolarità.

All’inizio della permanenza ho vissuto anche dei discreti picchi glicemici proprio a causa del cambio repentino di alimentazione, ma grazie al monitoraggio della glicemia e alle app come One Touch Reveal , si può tenere sotto controllo questo periodo di ambientamento.

La permanenza in Australia, stante gli elevati costi, è durata circa sei settimane e successivamente mi aspettava una delle più grandi esperienze di questo viaggio intorno al mondo senza aerei, ovvero attraversare l’intero Oceano Pacifico da sud a nord, in tutta la sua ampiezza. Dal porto di Adelaide fino a quello canadese di Vancouver, in ventisei giorni.

Sono giorni difficili di grande noia a causa della mancanza di comunicazione con il mondo esterno e di un orizzonte ogni giorno sempre uguale. Si mangia a orari fissi e c’è poca possibilità per tenersi in forma a parte una piccola palestra le cui macchine, per la maggior parte, sono rotte. A conferma di quanto la sedentarietà sia nemica del diabete, le settimane in cargo sono state piuttosto difficili da gestire con glicemie che tendevano a salire specialmente nella notte. A riequilibrarmi, ancora una volta, e’ stato l’aiuto del monitoraggio glicemico e le app come One Touch reveal , che permette di visualizzare con grafici molto semplici i dati del giorno o della settimana e nella stessa schermata mostra il riepilogo di dosi di insulina, carboidrati e attività fisica.

Ma ancora più pericoloso della sedentarietà è il cibo spazzatura che domina gli Stati Uniti. Sono arrivato in Canada e, bene o male, ho trovato a buon prezzo cibo equivalente a quello australiano, ma una volta oltrepassate le cascate del Niagara a Buffalo mi sono ritrovato in un Paese dove per mangiare sano, occorrevano davvero più soldi rispetto al mio risicato budget. Il più delle volte però nei fast food ho trovato delle ottime soluzioni in termini di prezzo. Per un mese mi sono nutrito di hamburger, patatine e pollo fritto, Ceasar salad e hot dog. La glicemia si è impennata e ho fatto molta fatica a controllarla tant'è che ricorderò sempre una notte in cui per cena avevo mangiato una Ceasar salad comprata al supermercato. Partivo con la glicemia corretta intorno ai 140 e dopo circa tre ore mi ritrovavo con un valore pari ad oltre 400! Ho letto gli ingredienti della salsa con cui condiscono l’insalata: era praticamente puro zucchero! I paesaggi dell’Ovest rimarranno nel mio cuore così come New York o San Francisco, ma il cibo proprio no!

[Articolo scritto in collaborazione con OneTouch]

UN MONDO FATTO DI NATURA, COLORI, SUONI E BELLA GE...
Parlando di diabete con Fraintesa

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 13 Dicembre 2017
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Mi chiamo Claudio, ho 36 anni, sono stato un bancario per caso, mentre sono sempre stato un viaggiatore per passione. Razionale, ma anche sognatore, amo la vita e credo fortemente che la stessa possa regalare alle persone che inseguono le proprie passioni le opportunità di realizzare i propri sogni.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla newletter

© Copyright 2017 TripTherapy di Claudio Pelizzeni, All Rights Reserved - Powered by Marco Salvatori Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.