La via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo.

Lago Atitlan

E poi ci sono giorni anche un po' così.
Di quello che non ti va di alzarti dal letto. Di quello che fissi il monitor del computer, dovresti scrivere e invece niente, il nulla.
Guardi di fronte a te: un lago bellissimo, una natura lussureggiante, la giungla, le barche, le persone indaffarate nei propri giorni spesso tutti uguali.
I miei ultimi 500 non sono stati tutti uguali, anzi. Oserei dire che nemmeno uno era uguale all'altro.

Continua a leggere
  1017 Visite
  0 Commenti

Bellezza e grazia si manifestano, che noi ce ne accorgiamo o no. Il minimo che possiamo fare è cercare di esserci.

Ho cominciato a sentir parlare del lago Atitlàn già nelle ultime settimane messicane.
È così, quando si viaggia si incrociano altri viaggiatori provenienti da direzioni opposte. Ci si scambiano informazioni e "dritte". Ero ancora ad Oaxaca e ad ciclista belga brillavano gli occhi a parlare di questa zona del Guatemala.

Continua a leggere
  851 Visite
  0 Commenti

Non temere di percorrere una lunga strada, se sei diretto verso coloro che hanno qualcosa da insegnarti

Guatemala

Appena varcato il confine tra Belize e Guatemala ho cominciato a vivere una storia parallela. Le case di cemento, erette a metà, con i tetti piani. Le macchine scassate e i bus colorati che si spostano a colpi di clacson. Le donne vestite con quei gonnelloni lunghi e i maglioncini colorati a mezze maniche. I signori, con quei pantaloni larghi, contadini con le mani sporche e callose, i loro cappelli come a segnare la propria individualità. E poi quel sorriso, tipico della gente semplice che ti accoglie e ti fa sentire a casa. Non la mia vera casa, no, in quella ora non c'è spazio per quei sorrisi: l'Italia non è più da troppi anni la terra del sorriso.

Continua a leggere
  409 Visite
  0 Commenti

E ogni pausa è cielo in cui mi perdo, serenità d’alberi a chiaro della notte.

Gli ultimi giorni in Messico li ho passati sulle rive di una laguna magica, acqua turchese e paesaggi morbidi. Avevo bisogno di riordinare un po' le idee prima di volgere verso il Belize e gli altri stati centroamericani.
Nella mia testa avevo in mente di trascorrervi solo un paio di giorni, giusto il tempo di ricaricare le batterie.
Invece la laguna di Bacalar mi ha rapito, con i suoi ritmi lenti e la sua acqua che ad ogni ora del giorno cambiava colore.

Continua a leggere
  640 Visite
  0 Commenti

La vida no es la fiesta que habiamos imaginado, pero ya que estamos aquì bailemos

E succede che quando uno cerca forse non ha tempo di trovare.
E succede che all'improvviso arriva il Chiapas.
Una regione orgogliosa del Messico continentale. Una regione zapatista che fino a qualche anno fa reclamava indipendenza sotto gli ordini del sub comandante Marcos. Un sub comandante che comandava.
Sì perché il popolo poteva rimuoverlo al primo errore. Il popolo era a comandare. Ideologie che hanno avuto terreno facile in America Latina, tuttavia ancora latenti in virtù di governi corrotti e usurpatori.

Continua a leggere
  3211 Visite
  0 Commenti

E io raramente finisco dove volevo andare, ma quasi sempre finisco dove dovrei essere.

Il Messico è la più grande nazione del Centroamerica.
Te ne accorgi attraversandolo.
Mille diverse sfaccettature lo contraddistinguono.
Mille diversi colori, sapori, odori.
Il Messico che ho trovato a Oaxaca è quello che più si avvicinava al mio immaginario.

Continua a leggere
  707 Visite
  0 Commenti

Il pericolo del viaggio consiste nel lasciarsi aprire gli occhi e scoprire il mondo per quello che è

Playa escondida

Devo ammetterlo, la Baja California mi ha deluso e non poco.
Dove si era perso il Messico autentico? Dove potevo trovare colori e musica? Dove avrei smesso di vedere boutique e bar griffati USA? Non poteva bastare una natura di per sé spettacolare, necessitavo di più.
La risposta a queste mie domande è giunta pochi giorni dopo, al mio arrivo nel Messico continentale.

Continua a leggere
  931 Visite
  0 Commenti

(TE)amo, (TE)quila

Tequila

Nel mio viaggio alla scoperta del Messico centrale mi sono imbattuto in un piccolo villaggio a pochi chilometri da Guadalajara.
Il suo nome? Tequila.
Il resto venite a scoprirlo con me.

Continua a leggere
  794 Visite
  0 Commenti

A chi mi domanda ragione dei miei viaggi, solitamente rispondo che so bene quel che fuggo, ma non quello che cerco.

La Paz

Finalmente di nuovo in viaggio, quello vero, quello fatto di scoperte e inconvenienti. Quello scomodo, crudo e reale.
Di nuovo una frontiera, dopo quasi due mesi. Una frontiera famosa, quella tra Messico e Stati Uniti a Tijuana. Territorio pericoloso, terra di narcotrafficanti e immigrati clandestini. Provo nuovamente le sensazioni lasciate in Asia in tutte quelle frontiere terrestri.
Un nuovo mondo davanti a me, il centro e il sud America, territori a me praticamente sconosciuti. Non solo, anche una nuova lingua, lo spagnolo, che non parlo come l'inglese, anche se riesco in qualche modo a cavarmela.
La prima tappa prevista è l'attraversamento da nord a sud della penisola di Baja California.

Continua a leggere
  823 Visite
  0 Commenti

Il coast to coast americano tutto d'un fiato!

Joshua Three National Park

Gli Stati Uniti ed il loro coast to coast è un viaggio leggendario e memorabile.
In un unico clip ho raccolto tutte quelle 9000 miglia!

Continua a leggere
  916 Visite
  0 Commenti

Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone.

Big Sur

San Francisco ormai è alle porte nella mia strada che finalmente volge a sud. Dopo circa due mesi tutta la mia avventura americana è ormai al capolinea.
Tra gli ultimi appuntamenti il parco naturale di Big Sur, uno dei tramonti più spettacolari del mondo, sulla strada costiera che porta alla fine della California, verso il Messico.

Continua a leggere
  625 Visite
  0 Commenti

Educa i tuoi occhi: sono stati creati per scorgere anche al di là di ciò che pensi

San Francisco

Le luci, i rumori, il lusso, il denaro, lo sfarzo, la finzione, la musica, il gioco d'azzardo, l'alcool, le prostitute, i tossici strafatti di crack.
Las Vegas, sin city. Mi ha sinceramente lasciato un grande vuoto questa città americana nel cuore del Nevada. È lo specchio della bigotta America. Un luogo dove tutto è concesso, nel bel mezzo di un deserto, mentre il resto della nazione proibisce con ipocrisia. È una valvola di sfogo, tipicamente americana.
Il mio viaggio riprende lasciandola alle spalle e sembra quasi magia poter attraversare dopo poche ore di strada la valle della morte. Un deserto aridissimo, dove non si vedono neppure cespugli. Il sole è accecante e il caldo opprimente. È desolante, ma paradossalmente trasmette tranquillità. Distese di roccia, terreno secco che apre piccole voragini, dune di sabbia dove finalmente tira un po' di vento. Un coyote pellegrino zampetta per una pianura sterminata. Di cosa si nutrirà? Come potrà abbeverarsi? Come sempre di fronte alla natura l'uomo si fa piccolo poiché se abbandonato a se stesso in un luogo del genere non sopravviverebbe che poche ore.

Continua a leggere
  679 Visite
  0 Commenti

I VERI VIAGGIATORI, NON SONO PERSONE RICCHE, MA CURIOSE. NON SONO ALLA RICERCA DI COMODITÀ, MA DI NOVITÀ, SORPRESE.

Monument Valley

Quando dieci anni fa mi ritrovai di colpo a casa, di ritorno dalla lunga esperienza australiana capitava di dover descrivere le sensazioni provate di fronte ad alcuni paesaggi della terra dei canguri.
Luoghi incredibili e unici da sembrare finti tanto erano belli. Come nei film, una scenografia studiata, tutto sembrava al proprio posto. E proprio dai film giustificavo questa mia eterna sorpresa: fin da ragazzini i film ci hanno portato in luoghi meravigliosi, ma pochissimi film avevano mai raccontato l’Australia.
Sostenevo che una volta davanti al Grand Canyon ci si sarebbe innamorati di certi scenari, ma l’effetto sorpresa non sarebbe mai esistito. Abbiamo imparato, nella nostra giovinezza, a vedere già certi luoghi grazie alla televisione. È un’immagine che abbiamo già nel nostro cervello, possiamo fermarci ad ammirarla, possiamo rimanerne incantati, ma sappiamo già quello che ci aspetta. Invece…

Continua a leggere
  501 Visite
  0 Commenti

Tutto quello che chiedo è un cielo sopra di me e una strada ai miei piedi.

The Arches

Le strade in questa zona d'America sono lunghe e silenziose. Dritte all'infinito, limiti bassi e pochi veicoli. 

Intorno a me il paesaggio cambia costantemente. Il deserto del New Mexico è ocra, con cespugli verdi. Da lontano si intravedono i primi canyon.

Continua a leggere
  537 Visite
  0 Commenti

Breaking bad... una gita fuori porta ad Albuquerque

Breaking Bad

Passando per il New Mexico potevo non fermarmi ad Albuquerque?!

Per gli appassionati della serie tv Breaking Bad, vi porto nei luoghi mitici dove è stato girato... Enjoy!

Continua a leggere
  3640 Visite
  0 Commenti

Sii sempre onesto con te stesso, non potrà che renderti consapevole. Sii sempre onesto con gli altri, non potrai che esserne fiero.

Big Bend National Park

L'ultimo appuntamento con la musica americana era il Texas ed in particolare Austin, la città capitale.
Arrivo nel pomeriggio, il caldo è opprimente, ma la città si presenta subito nel migliore dei modi.
Alloggio per la prima volta in ostello, stavolta non ho trovato alcuna ospitalità in couchsurfing.
L'ostello è bellissimo, il più bello nel mio giro del mondo, proprio di fronte al fiume grazie ad un enorme giardino.

Continua a leggere
  527 Visite
  0 Commenti

Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.

Nashville

Il secondo grande appuntamento del mio personale coast to coast americano è la rotta verso sud, verso la Louisiana e New Orleans, culla del Jazz.
Prima, da Chicago, avrei dovuto raggiungere la zona del Tennessee dove nacque la musica anni 60 e l'ispirazione country.

Continua a leggere
  764 Visite
  0 Commenti

A me piacciono troppe cose e io mi ritrovo sempre confuso e impegolato a correre da una stella cadente all'altra finchè non precipito.

Chicago

https://www.youtube.com/watch?v=PFHY0nf3hfQ


È un piovoso pomeriggio newyorkese quello in cui incomincio a ragionare sui miei futuri spostamenti. L'idea è di quelle audaci, riuscire ad attraversare l'America riuscendo a spendere pochissimo.
Nella mia testa sono convinto che con una buona organizzazione, tra car pooling e couch surfing sia davvero possibile.
Purtroppo tuttavia il car pooling non è percorribile, non è assolutamente sviluppato e le opzioni di relocation come in Australia non sono permesse ai cittadini non statunitensi.

Continua a leggere
  506 Visite
  0 Commenti

Viaggiare è ben più che vedere luoghi: è un cambiamento che continua, profondo e permanente, nel vivere.

boston




Lascio New York un pomeriggio caldo e assolato. Ho un po' di magone in gola poiché la città mi ha stregato, ma soprattutto ho avuto la possibilità di poter passare nuovamente del tempo con cari vecchi amici.
I saluti sono sempre molto difficili anche se fanno parte della mia nuova vita nomade.
È l'aspetto più critico e complicato a cui non riesco ad abituarmi.

Continua a leggere
  369 Visite
  0 Commenti

Live and dream in New York City: l'intervista al regista Giorgio Arcelli Fontana

Con Giorgio Arcelli Fontana

La cosa più bella del viaggio è incontrare persone con cui condividere gli stessi desideri e passioni. Ancora più bello è quando sulla strada si incontrano amici con cui si condividono momenti di Vita da quasi 23 anni.
A New York ho ritrovato Giorgio, per lui realizzare sogni vuol dire dare alla gente la possibilità di sognare. Lo fa attraverso i film. E! un regista e ora, per riuscire al meglio nella realizzazione del suo secondo lungometraggio, si cimenta con successo sui palcoscenici di Broadway come comico. La sua storia, le sue passioni, i suoi sogni.

Continua a leggere
  993 Visite
  0 Commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.