Non si può essere infelice quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento.

Sao Luis - Brasil

La sveglia suona che ancora è buio pesto. I rumori della foresta nell'oscurità sono ancora più forti e io sulla mia amaca mi perdo ad ascoltarli. La notte ha piovuto tanto e tutto intorno la terra è diventata fango. Lascio che suoni anche la seconda sveglia, mi alzo dall'amaca e quasi scivolo su questo terriccio umido. Sono scalzo e ho i piedi pieni di fango. Non me ne preoccupo, mi piace sentire la terra, affondarci dentro, sentirmi parte di essa.
Un rapido caffè e saluto la famiglia di indigeni che mi sta ospitando. Abbracci e risa hanno accompagnato questi ultimi giorni.

Continua a leggere
29 Visite
0 Commenti

Possa il vostro cammino essere tortuoso, ventoso, solitario, pericoloso e portarvi al panorama più spettacolare. Possano le vostre montagne elevarsi sopra le nuvole e superarle.

Tramonto sul rio delle Amazzoni - Brasile

Il lusso del tempo. Credo che possa essere sintetizzato così parte del mio viaggio. Il potersi muovere lentamente, assaporando il raggiungimento della meta attraverso un percorso di avvicinamento costante e quotidiano. Da quando sono partito dalla costa atlantica fino all'arrivo a Manaus sono passati dodici giorni.
Ma in realtà l'inizio, il percorso di avvicinamento è stato molto più lungo.
L'Amazzonia, il luogo che più desideravo conoscere in questo lato del mondo.
La prima volta che misi piede in una giungla avevo ventiquattro anni. Ero con mio padre nella foresta pluviale australiana. Ero eccitatissimo all'idea, ma allo stesso tempo terrorizzato nell'appoggiare piedi o mani in quel luogo così carico di insidie.
Così credevo, ma mi sbagliavo.

Continua a leggere
36 Visite
0 Commenti

Perché è così che ti frega la vita. Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un immagine, o un odore, o un suono che poi non te lo togli più.

Bonito - Brasile

Dopo aver assaggiato le coste e soprattutto le spiagge brasiliane è giunto il momento di volgere verso il centro del paese attraverso un viaggio lungo e impegnativo che mi porterà fino all'Amazzonia, per certi versi il cuore stesso di questo sudamerica di cui ho apprezzato soprattutto la Pachamama, la natura.
D'altronde la Patagonia mi aveva stupito, ma a priori non potevo immaginare che l'impatto fosse davvero tanto forte. In questo caso invece, è fin dai giorni in cui, a casa, stavo pianificando il viaggio, che ci avevo posto la "bandierina". Arrivare fino a Manaus senza aerei non è complicato, tuttavia occorre tanta pazienza perché il viaggio è lunghissimo.
A dirla tutta nemmeno so con certezza quando arriverò perché le informazioni raccolte su internet sono diverse e molto frammentarie.

Continua a leggere
26 Visite
0 Commenti

Chi non si muove non può rendersi conto delle proprie catene

Litoral Paulista -Brasile

Il periodo passato a São Paulo è trascorso molto velocemente: quasi tre settimane tra lavoro in ostello e il corso di portoghese che mi hanno tenuto impegnato mente e corpo. 

São Paulo è una città molto viva che offre tantissime opportunità, tuttavia ormai le città, specialmente le metropoli, fatico a sopportarle troppo a lungo. È più forte di me ormai, dopo oltre due anni in giro per il mondo trovo la mia armonia interiore solo nella natura o sulla strada, vagabondando da una meta all'altra.

Continua a leggere
27 Visite
0 Commenti

Sogna ancora i mari ampissimi dove corrono dolci le malinconie oppure le tue bugie, insegui ancora la tua favola, pazzo che sei!

Sao Paulo - Brasil

La partenza malinconica da Buenos Aires, la fugace, ma riconciliante visita all 'Uruguay, fino poi ad arrivare, quasi senza accorgermene in terra brasiliana.
La frontiera di Chuy è qualcosa di unico nel mondo: una strada a due carreggiate attraversa la cittadina, nel medio.
Da una parte Uruguay, dall'altra Brasile.
Da un lato le incognite di un nuovo paese, di una nuova lingua, di una nuova cultura.
Dall'altro le certezze acquisite in oltre un anno di America Latina, anche se messe a dura prova dall'esperienza di Baires.
Non una vera e propria frontiera dunque, nessun cartello di benvenuto dove scattarsi un selfie, nessun posto di blocco dove timbrare il passaporto. In realtà il controllo doganale c'è, ma viene fatto 5 chilometri prima del paese dal lato uruguaiano e 3 chilometri fuori per il lato brasiliano. Non si scende tuttavia dal bus, l'autista mi ritira il passaporto e me lo riconsegna timbrato.

Continua a leggere
22 Visite
0 Commenti

In verità, il viaggio attraverso i paesi del mondo è per l'uomo un viaggio simbolico. Ovunque vada è la propria anima che sta cercando. Per questo l'uomo deve poter viaggiare.

Cabo Polonio - Uruguay

Piove e fa freddo.
Molto.
Sento il mio corpo muoversi quasi col pilota automatico. Mi imbarco per l'Uruguay un lunedì mattina. Un classico lunedì mattina come quelli di novembre, di quelli con la pioggia e i primi freddi. Di quelli successivi ad un fine settimana memorabile, passato con persone speciali, magari via, da qualche parte in giro.
La malinconia che ti assale e che non ti abbandona.
Penso a Baires, ai suoi volti, alle persone, ai momenti, alle strade. Ho costantemente gli occhi lucidi.
Arrivo nel tardo pomeriggio a Montevideo, il freddo è tosto e la pioggia inizia ad essere pesante.
Apro il computer e di getto controllo quanto costa un biglietto aereo.

Continua a leggere
17 Visite
0 Commenti

Argentina, uno sguardo ai quattro mesi più importanti trascorsi in America Latina

Confine Cile Argentina

Ho trascorso quattro mesi in Argentina. So che è molto difficile, ma ho provato a riassumerli con questo piccolo video.
Dalla Patagonia fino a nord, passando dalle esperienze nella permacultura all'asado. Dai vini di Mendoza ai paesaggi di salta. Da Cordoba, la dotta, a Buenos Aires, la loca.

Continua a leggere
37 Visite
0 Commenti

Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

Tramonto a Puerto Madero - Buenos Aires - Argentina

È molto, molto difficile riuscire a spiegare a parole quello che per me è stata Buenos Aires. 

Una città con il suo microcosmo.
Incasinata, inquinata, frenetica.
Ma anche viva, frizzante, spregiudicata e poetica.
Un mese del mio viaggio, un mese della mia vita trascorso proprio qui, nella capitale argentina.

Continua a leggere
20 Visite
0 Commenti

I diari di Buenos Aires: #3 Quello che non puoi perdere!

Buenos Aires - Argentina

Terzo episodio dei diari di Buenos Aires: oggi vi porto in giro per i parchi più belli ma non solo! Un giro per Palermo e tra i teatri e librerie oltre che al cimitero monumentale della Recoleta.

Continua a leggere
30 Visite
0 Commenti

I diari di Buenos Aires: uno sguardo alla citta'

Buenos Aires - Argentina

Secondo episodio dei #DiaridiBaires!
Oggi vi porto in centro, a ballare il tango a San Telmo, a Puerto Madero per un tramonto sul fiume e poi ancora nel barrio di Boedo per una particolare storia sulla squadra del San Lorenzo.
Ah, non solo, vi porto anche a Tigre, un luogo incantevole appena fuori Buenos Aires!

Continua a leggere
33 Visite
0 Commenti

I diari di Buenos Aires: #1 La Boca

Buenos Aires - Argentina

Qui a Buenos Aires mi fermerò un mese. Lavorerò in un ostello e mi divertirò a vivere questa città che, come Sydney, Barcellona e New York, mi ha sempre, in qualche modo, chiamato... Per questo ho pensato a video un po' diversi dai soliti. Più brevi e veloci, per portarvi a scoprire ogni angolo di questa bellissima città.
E oggi vi porto nel quartiere della Boca, lì, dove è di casa Diego Armando Maradona!

Continua a leggere
29 Visite
0 Commenti

E su nessuna cosa al mondo so tanto poco quanto su di me.

Capilla del Monte - Argentina

Ed è proprio in un uno di quei momenti in cui pensi di aver visto abbastanza, di aver vissuto le avventure più incredibili, quando inizi ad essere quasi cinico nei confronti dei luoghi, consapevole che poco ancora possa stupirti, e ancora di più un paese, una nazione intera che percorro da quasi due mesi.
Grazie ancora una volta ad una amicizia nata in Messico, mi trovo scaraventato in un piccolo paesino vicino a Cordoba. Si chiama Capilla del Monte ed è un luogo dove, si dice, ci siano stati reali avvistamenti di alieni e addirittura ci sia una sorta di porta verso una dimensione ultra terrena. Credo pochissimo a queste cose, tuttavia credo fermamente in determinate energie e vibrazioni. Credo nel pensiero, nella forza della mente e nella natura.

Continua a leggere
27 Visite
0 Commenti

Si algo bueno te pasa, viaja para celebrar. Si algo malo te pasa, viaja para olvidar. Y si nada te pasa, viaja para que algo te pase.

Cascate di Iguazu - Argentina/Brasile

È il mio terzo compleanno in giro per il mondo: quando sono partito avevo 32 anni. Ora tornerò a 35. Mai come questa volta mi guardo allo specchio e vedo i reali cambiamenti. Le rughe, quelle del sorriso, sì, sono maggiormente pronunciate. Nella barba ho un bel po' di di peli bianchi, ma fortunatamente non nei capelli.
I miei occhi catturano la mia attenzione. È la parte di me che ho più utilizzato negli ultimi 760 giorni. Li ho dovuto tenere ben aperti onde evitare situazioni spiacevoli. Li ho allenati bene poiché erano pigri davanti al computer su quella scrivania, in quell'ufficio.
Ora hanno la luce.
Quella scintilla di vita che fino a due anni fa avevo perso.

Continua a leggere
24 Visite
0 Commenti

Quando ci si smarrisce, i progetti lasciano il posto alle sorprese, ed è allora, ma solamente allora, che il viaggio comincia.

Rio Paraguay - Paraguay

Salta e tutta la sua provincia avevano esaltato tutte le mie sensazioni. Inoltre avevo avuto l'occasione di vivere ben al di sopra delle mie possibilità. Avevo una casa dove vivere, godevo di trasporti e guide private a mia disposizione, mangiavo su invito in ristoranti, ero persino chiamato a degustare vino.
Sono lentamente rientrato nella zona di confort che avevo abbandonato due anni prima. Potevo fermarmi ancora a lungo, ma il richiamo del viaggio, della strada è stato troppo, troppo forte.
Ti entra dentro più grande di qualsiasi desiderio materiale realizzato. È una scarica totale di energia in un corpo che iniziava a indolenzirsi.
È così che un giorno saluto Lala e Fernando, la coppia che mi stava ospitando, e mi reco alla stazione dei bus. Dove vado?

Continua a leggere
20 Visite
0 Commenti

Tan linda que enamora...

Deserto del sale - Salta - Argentina

Le correnti dell'universo dominano il mio cammino attraverso il mondo.
Quasi un anno fa mi trovavo in Messico ed ero solo all'inizio della mia avventura centro e sudamericana. Uno degli ultimi giorni prima di attraversare l'ennesima frontiera verso il Belize mi fermo a Bacalar, un villaggio di fronte alla laguna dei setti colori.
Un luogo magico, bellissimo.
Mi fermo e per un motivo o per un altro non riesco a ripartire prima di una settimana.

Continua a leggere
38 Visite
0 Commenti

Viaggio per perdermi e per ritrovarmi. Forse alla ricerca di me stesso o forse per perdere quanto di me stesso non voglio.

Ruta 40 - Argentina

L'Argentina è una nazione che prima ancora di visitare occorre viverla. Con la dovuta calma, non di fretta.
Le distanze sono enormi e c'è tanta pampa, ovvero pianura tutta uguale ed è praticamente senza alcuna apparente forma di vita umana. In realtà sulla strada capita di incrociare i gauchos, ovvero i pastori a cavallo con quell'inconfondibile coppola nera e i pantaloni ricoperti di peli di capra. Una scorta sicura li accompagna, ovvero alcuni cani, pastori anch'essi.

Continua a leggere
22 Visite
0 Commenti

Trekking a Torres del Paine: una mini guida.

Torres del Paine - Ghiacciaio Grey - Argentina

Le emozioni che mi ha dato il trekking di Torres del Paine sono difficili da spiegare. Ho provato tuttavia a raccontarvele attraverso il racconto di una notte, quella tra il quinto e il sesto giorno (leggi qui il post).
Ora, visto che è uno dei trekking più famosi al mondo, provo con questo articolo a raccontarvi la mia esperienza in una sorta di diario, sperando così di poter essere d'aiuto a chi volesse cimentarsi nel circuito della grande Q, ma non solo.

Continua a leggere
364 Visite
0 Commenti

Itaca ti ha donato il bel viaggio. Senza di lei non ti mettevi in via. Nulla ha da darti più.

Torres del Paine - Argentina

Mi sveglio nel cuore della notte, ho le mani ghiacciate, il naso pure. Sento le gambe dure, mi giro dentro il sacco a pelo. Non riesco a trovare una posizione confortevole.
Dovrei pure pisciare, ma il freddo me lo impedisce.
È pazzesco, passo l'intera giornata a camminare con uno zaino pesante sulle spalle non vedendo l'ora di essere in tenda per riposarmi. Dopo qualche ora disteso quando il sonno si fa largo, ma poi cede il passo tra il freddo e i pensieri non vedo l'ora invece di essere nuovamente in cammino, per potermi riscaldare.

Continua a leggere
26 Visite
0 Commenti

Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno.

Perito Moreno - Argentina

Sono seduto sul ciglio della strada da quasi quattro ore. Saranno passate non più di cinque auto. La città più vicina dista quaranta chilometri, l'altra, quella a cui sono diretto, ottantadue. Mi guardo intorno, non c'è nulla. Rocce e arbusti. Sto giocando con i sassi per combattere la noia.
Devo riuscire a colpire quel cartello, la in fondo.
Dopo diversi tentativi ce la faccio, gioco finito.
Sento un rumore in lontananza che strazia il silenzio circostante.

Continua a leggere
62 Visite
0 Commenti

C'è una gioia nei boschi inesplorati, c'è un'estasi sulla spiaggia solitaria, c'è vita dove nessuno arriva vicino al mare profondo, e c'è musica nel suo boato. Io non amo l'uomo di meno, ma la Natura di più.

Patagonia in autostop - Cile

Patagonia.
Un nome che da solo richiama da sempre la mente del viaggiatore. Una terra lontana che termina ai confini del mondo.

Arrivo a Puerto Montt con un bus notturno scomodissimo da Santiago. È mattina, presto, l'aria è frizzante e tira un vento freddo dal mare, da sud. Le nuvole non lasciano presagire nulla di buono.
A Puerto Montt inizia la Carretera Austral, la strada numero 7, quell'unica via, voluta da Pinochet, che unisce il resto del Cile al profondo sud.
A tratti è ancora sterrata e per attraversare alcuni fiordi occorre prendere un'imbarcazione.

Continua a leggere
29 Visite
0 Commenti

Mi chiamo Claudio, ho 36 anni, sono stato un bancario per caso, mentre sono sempre stato un viaggiatore per passione. Razionale, ma anche sognatore, amo la vita e credo fortemente che la stessa possa regalare alle persone che inseguono le proprie passioni le opportunità di realizzare i propri sogni.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla newletter

© Copyright 2017 TripTherapy di Claudio Pelizzeni, All Rights Reserved - Powered by Marco Salvatori Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.